Per quanto tempo occorre conservare le bollette?

Data

La prescrizione, per le bollette non pagate relative ad utenze domestiche – luce, acqua, gas e telefono, adsl, etc. – è di 5 anni (come dichiarato dall’articolo 2948 numero 4 del codice civile). Perciò, per stare tranquilli, è necessario conservare per almeno tale periodo i documenti che dimostrino gli eventuali pagamenti effettuati relativamente a tali utenze, dopodiché si è tutelati dalla prescrizione stessa.

Ciò vale, per legge, anche se le fatture delle utenze sono state saldate con domiciliazione bancaria da cui appare che i precedenti pagamenti sono stati effettuati regolarmente: in questo caso è importante conservare anche gli estratti conto della banca dove viene attestato ogni volta il pagamento. Il termine suddetto però aumenta se vi sono delle contestazioni in corso.

Per quanto riguarda invece il bollo auto, una sentenza della Corte di Cassazione ha prorogato il termine di conservazione di legge (che in questo caso è di 3 anni) di 4 mesi, per questo motivo è meglio conservare il documento per 4 anni. Per l’abbonamento TV il termine di legge sarebbe di 5 anni, ma una sentenza del tribunale di Torino ha esteso il termine di conservazione a 10 anni.

Tutti i documenti fiscali, o che sono stati utilizzati per fini fiscali devono essere conservati per 5 anni. Così anche gli scontrini per le spese mediche, o altre ricevute di beni e servizi.  Ma nel caso delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie, per le quali la detrazione viene rimborsata in 10 anni, aumenta naturalmente a tale lasso di tempo il periodo in cui devono essere obbligatoriamente conservate.

Lo stesso termine di 10 anni vale anche per la conservazione della documentazione del conto corrente bancario e per la tassa sui rifiuti. Le ricevute di pagamento delle multe, infine, vanno conservate per 10 anni, quelle delle spese condominiali per 3.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>